Brahmaputra Project

Il progetto è relativo alla costruzione, nei dintorni di Tezpur (nord-est India) di un ostello per accogliere, dalle circostanti montagne himalayane, i bambini/adolescenti tibetani, nepalesi, bhutanesi di religione buddhista, che vivono in stato di estremo bisogno perchè sono nomadi, orfani, abbandonati o figli di genitori poverissimi.

Questi bambini svantaggiati sono completamente analfabeti ed è sconfortante sapere che non hanno alcuna possibilità di accedere alle scuole o a qualsiasi tipo di struttura educativa. L’ostello sarà la casa di questi bambini, quella casa che non hanno mai avuto in cui riceveranno cura e assistenza. La scuola che frequenteranno sarà la Rastra Bhasha Vidyalaya nel Distretto di Sonitpur a Tezpur.

Destinatari del progetto

I bambini e adolescenti himalayani sono al centro del BRAHMAPUTRA PROJECT, che ha l’obiettivo di togliere questi minori dalle misere condizioni in cui sono costretti a vivere offrendo loro una struttura adeguata e sicura in cui risiedere e iniziare la loro istruzione.

Le zone himalayane di alta montagna attorno a Tezpur sono zone a forte degrado sociale. I villaggi (es. Lumla, Moxto, Bombdila ) ospitano famiglie poverissime, molte delle quali (figli minori compresi) lavorano sulle strade che, a causa delle piogge torrenziali, delle inondazioni e delle frane necessitano di “manutenzione”. La situazione dei bambini che già a 8-10 anni lavorano come “stradini” è grave e pericolosa, in quanto gli adulti non possono e non hanno risorse per potersene prendere cura.

In queste aree desolate, altre famiglie sono nomadi e ai figli minori viene affidata la cura del bestiame oppure vengono intrappolati in lavori che mettono a repentaglio la loro salute fisica e mentale. Il lavoro minorile e la vergognosa piaga della tratta sono in aumento come conseguenza dell’inasprirsi della crisi economica. In India c’è un estremo bisogno di creare meccanismi di protezione dell’infanzia e sono proprio i bambini delle comunità povere ed emarginate a pagare un prezzo elevatissimo, per alcuni dei quali la strada è diventata la loro abituale dimora. 

Mi chiamo TENZIN PHUNZHO. Ho 7 anni e sono orfano di padre. Vivo nell’estremo nord della regione indiana dell’Arunachal Pradesh, ai piedi dell’Himalaya. Mio padre è morto nell’agosto del 2022 mentre stava lavorando alla manutenzione di una strada di montagna: qui, le frane e la caduta dei massi sono all’ordine del giorno e molte famiglie lavorano nel pericolo per guadagnare qualche rupia. Anche mia madre, Tenzin Dolma, lavora nello stesso modo. Non sono mai andato a scuola e ho subito un brutto incidente a causa di una macchina edile che mi ha schiacciato la gamba.

TENZIN PHUNZHO sarà il primo bambino che verrà accolto nell’ostello la cui costruzione è oggetto del Brahmaputra Project.Il bambino è stato curato in un ospedale di Tezpur grazie ad alcune famiglie solidali che hanno raccolto il denaro necessario per ricorrere alle cure mediche. Nel Brahmaputra Project, in aggiunta all’ostello, è prevista la presenza di un AMBULATORIO, in quanto, pur essendoci strutture ospedaliere a Tezpur, esse sono tutte a pagamento e l’ambulatorio del Brahmaputra Project potrebbe offrire assistenza medica gratuitamente intervenendo ove possibile.

Le fasi di avanzamento

Novembre 2022: acquisto del terreno

A Tezpur (regione dell’Assam), al prezzo di 6.200.000 rupie, è stato firmato l’atto di compravendita del terreno su cui verrà edificato l’ostello, tra il proprietario Sandeep Agarwal e la Fondazione Garuda che organizzerà e gestirà l’ostello una volta edificato.

A seguito del rogito, i lavori sono subito iniziati con il disboscamento del terreno, il suo livellamento e la costruzione della recinzione dell’intera area.

Marzo 2023: disboscamento e innalzamento muro di cinta

I lavori per la realizzazione del Brahamaputra Project continuano.

Nel frattempo, la recinzione dell’intera area è stata ultimata e, a breve, verrà installato il cancello di accesso per passare, successivamente, alla posa delle fondamenta.

Il cartello piantato sull’area edificabile evidenzia i soggetti coinvolti nel progetto: l’UNIONE BUDDHISTA ITALIANA che ha finanziato il 70% del progetto, il Centro Giang Ciub di Bergamo, Kailash Onlus di Bergamo e la Garuda Foundation che, in loco, sta coordinando tutti i lavori.

Aprile 2023: installazione del cancello

I lavori sul cantiere del Brahmaputra Project avanzano, nonostante le sfide climatiche e temperature elevate, che raggiungono i 35 gradi centigradi. 

La foto mostra il gruppo di operai al cantiere davanti al cancello di ingresso, installato di recente. Uno di loro indossa una sciarpa gialla, la “kata”, simbolo di buon auspicio e prosperità, tipica della tradizione locale.

Agosto 2023: le fondamenta dell’edificio

Il Progetto Brahmaputra prosegue, anche se, per le condizioni climatiche avverse, si è registrato qualche ritardo. Infatti nella zona ci sono state dapprima piogge torrenziali e successivamente un caldo asfissiante.

Nonostante tutto, le fondamenta dell’ostello sono completate ed ora si stanno innalzando i muri perimetrali dell’edificio.

Nel mese di luglio il Maestro Buddhista Tibetano Ghesce Lobsang Sherap è partito per l’India, per verificare personalmente lo stato di avanzamento dei lavori.

Le foto e il video mostrano la trasformazione dell’area e gli operai al lavoro, comprese alcune donne. Anche se ciò potrebbe creare (a noi occidentali) qualche perplessità, è bene ricordare che nell’India rurale anche le donne lavorano sui cantieri e trasportano sabbia, ghiaia e mattoni in grossi secchi. Il mondo dell’edilizia è il terzo più grande “datore di lavoro” delle donne in India.

Dicembre 2023: siamo arrivati al tetto

Nonostante le avverse condizioni climatiche tipiche dell’India (piogge torrenziali monsoniche e caldo torrido), i lavori non hanno subito interruzioni significative.

Finanziamento del progetto

Il progetto è stato presentato all’Unione Buddhista Italiana ed è stato approvato nel contesto del Bando Umanitario 2022 per contrastare l’emergenza educativa . Abitualmente, l’Unione Buddhista Italiana finanzia tutti i progetti approvati al 70%. Il restante 30% resta a carico dell’Ente proponente. Pertanto, stiamo raccogliendo fondi per poter disporre di questo 30% mancante (60.000 € circa). 

I soggetti promotori dell’iniziativa

Il progetto umanitario Brahmaputra è stato ispirato dal Maestro Ghesce Lobsang Sherap ed è collocato in una delle zone più povere del Nord dell’India. 

Il CENTRO GIANG CIUB, da molti anni, prima in modo autonomo e successivamente con l’aiuto dell’UNIONE BUDDHISTA ITALIANA si è occupato di promuovere condizioni di vita dignitose in zone dell’India dove situazioni di abbandono e degrado coinvolgono moltissime famiglie o di sostenere situazioni sanitarie precarie con lo scopo di rafforzare sul territorio interessato l’assistenza medica. 

Il Centro Giang Ciub si appoggerà per seguire in loco lo stato dell’opera, alla Garuda Foundation Society istituita a Tawang con lo scopo di promuovere programmi e attività di beneficenza, e all’associazione Kailash Onlus che da quasi vent’anni è impegnata nel sostenere la causa tibetana attraverso una serie di progetti che riguardano in particolare le adozioni a distanza, l’assistenza sanitaria dei profughi. A Kailash Onlus è stato affidato l’incarico di raccogliere le donazioni a favore del “BRAHMAPUTRA PROJECT”. 

Come contribuire

Paypal: con donazione singola oppure ricorrente: https://www.paypal.com/donate/?hosted_button_id=5RATCJQZGM9J8

Piattaforma GoFundMe: https://www.gofundme.com/f/kdxkq4-brahmaputra-project

Bonifico Bancario, specificando nella causale “Progetto Brahmaputra”:
Intestato a Kailash Onlus
codice IBAN: IT56E0306952575100000003310

Deducibilità fiscale delle donazioni:
LA DONAZIONE E’ DEDUCIBILE dal reddito; facendone richiesta, l’Associazione KAILASH ONLUS provvederà ad inviarVi ricevuta dell’importo versato, da poter consegnare ogni anno in fase di Dichiarazione dei Redditi.

Richiesta informazioni

Compila il form qui sotto se vuoi maggiori informazioni o se desideri iscriverti alla nostra newsletter.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Privacy
Newsletter